bg en es gr ru
Menu
Diamond square

Tellinaro

tellinaro

Tellinaro - in bulgaro detto Gagam
 
Prodotto INOX di alta qualità che rende l'arnese resistente alla corrosione nel tempo prolungandone in questo modo la vita. La rete ha un diametro di maglia di 1.5 cm ed è prodotta in fibra di altissima qualità.
 
Nel design è integrata una barra interna con lo scopo di eliminare l'attrito del legame tra la struttura principale e la rete. Presenta un inclinazione sia nella parte tagliente sia nella struttura portante in modo tale da ottenere un angolo ottimale nella raccolta delle cozze.
 
La sicurezza è garantita esclusivamente da una barra di supporto che permette la liberazione istantanea nel caso di bisogno. La buona presa è assicurata dal manico ricoperto da corda di canapa.
 
Noi della RAMS DIVING siamo certi che il tellinaro sarà trasmesso di generazione in generazione.

Price: 59.99 EUR
BUY

tellinaro

Modo d'uso

 
L'utilizzo è veramente interessante per via del design stesso. Al primo impatto sembra che sia impossibile tenerlo in mano per non parlare di raccolta di cozze.
Una volta però tenuto nel modo giusto il Gagam della RAMS si adatta perfettamente alla mano e diventa tutt'uno con essa. Questo è possibile grazie al design moderno e creativo.
 
Una volta immersi è solo questione di trovare le cozze più adatte alle vostre esigenze!
 
Una volta che ci siamo bene appoggiati alla roccia sotto l'acqua, agrappandosi con la mano libera, tirando verso di noi raspiamo le cozze. Il risultato- una rete piena di cozze!

Un po' di storia

 
Abbiamo fatto una ricerca nel golfo di Burgas tra i vecchi pescatori, i loro eredi e tutte le persone che seguono le cronache del mare in relazione alla provenienza dell'arnese e la sua prima applicazione...
 
La conclusione fatta dalle informazioni ottenute ci fa pensare che il Gagam è del tutto una creazione bulgara. Quest'affermazione si basa sul fatto che l'acqua del mar nero è la più accogliente rispetto agli altri mari per lo sviluppo libero o la coltivazione di cozze del tipo Muthilus Gallaprovincialis.
 
Abbiamo incontrato dei vecchi pescatori i quali ci hanno raccontato che nei tempi più lontani la raccolta delle cozze avveniva dalle barche tramite rastrelli attaccati a lunghe verghe di legno.
 
Successivamente il processo include l'immersione per arrivare fino all'uso del Gagam (tellinaro)di oggi. Lo strumento più antico che abbiamo ritrovato è di quaranta anni fa.